Dopo alcune indiscrezioni emerse dall’SDK del nuovo OS di google, ieri la società ha confermato che honeycomb non arriverà mai sugli smartphone.

L’apina blu che trovate qua sopra dovrebbe oramai essere famigliare a tutti gli Android User, si, è il simbolo di Honeycomb, e come dichiara Andrew Kovacs in risposta ad alcune domande, non lo vedremo mai su degli smartphone, tuttavia, afferma lo stesso, molte features del nuovo OS verranno implementate nelle futre versioni “smart” o “standard” del sistema operativo, ovvero quelle identificate con la cifra 2.X.

Dunque Google intraprende un cammino che potrebbe essere pericoloso, uno dei principali problemi di Android è stato fin da subito la sua frammentazione, sia come versioni di OS, sia come Hardware. Questa frammentazione rischia di ampliarsi ancora di piu introducendo un nuovo binario sul quale viaggeranno tutte le app destinate solo alle versioni 3.x.

Diversa da tutte le altre società che cercano di mantenere la frammentazione ai minimi livelli se non nulli come Microsoft con il suo Windows Phone 7 e Apple con iPhone ed iOS, Google punterà allora molto anche sul campo tablet dividendo gli sforzi, probabile pensare che per la fatidica versione smartphone successiva alla 2.9 vi sia un riunificamento dovuto al’uguagliaza hardware che allora potrebbe essere raggiunta tra smartphone e tablet.

E voi cosa ne pensate?

contazrazor.