Il primo Desiderio dei fan di HTC è stato lui, Desire, e dopo 3 mesi di uso intenso come telefono personale, è arrivata l’ora di fare questa recensione per voi.
Htc Desire

Proposto dalla casa produttrice Htc come il telefono anti-Iphone, vediamo se con le caratteristiche che ha può competere con il telefono di cupertino.Vediamo nei dettagli questo telefono di Htc:

Confezione:

La confezione è abbastanza fornita. È presente il caricabatterie, il cavo micro-usb, una batteria da 1400 mAh, un paio di cuffie non in-ear ma di buona fattura, il device e una scheda microSD da 4gb. Se ci fosse stata anche una custodia già inclusa sarebbe stata una dotazione completa.

Assemblaggio:

È praticamente perfetto, tranne per quel leggerissimo dislivello tra la cover batteria e la scocca del terminale che rimangono leggermente distanziate. Però non da alcun fastidio quando lo si usa.

Hardware:

Il desire ha un processore Snapdragon Qualcomm QSD 8250 da 1Ghz, una RAM da 576 mb e una ROM da 512 mb. Ha tutte le connessioni possibili(Wifi, bluetooth 2.1, micro-usb) e uno schermo da 3,7″ AMOLED nel caso dei device più vecchi, e un 3,7″ Slcd nel caso dei device più nuovi. Entrambi hanno una risoluzione WVGA 800×480 pixel.

Tasti e accensione:

Il telefono ha i 4 pulsanti classici per android(fisici) e un pad ottico. Sul lato sinistro ha i pulsanti per il controllo del volume mentre sulla parte superiore ha il tasto blocco/spegnimento. Sul lato inferiore ha l’entrata micro usb mentre il lato destro è vuoto. L’accensione si effettua tenendo premuto il tasto blocco/spegnimento.

Menu:

Htc personalizza android con la sua classica intefaccia Htc Sense, la quale mette a disposizione del possessore del telefono fino a 7 schermate da personalizzare con i widget di htc o di android. Quando si entra nel menù delle applicazioni si possono selezionare le varie applicazioni, che sono messe in ordine alfabetico.L'interfaccia Htc Sense

Chiamata e ricezione:

La ricezione non è ai massimi livelli, però compete con qualsiasi device. Il suono in vivavoce al volume massimo non è limpidissimo.

Messaggi e tastiera:

I messaggi sono visualizzati sottoforma di chat e quando non sono ancora stati letti,  sono segnalati da un led lampeggiante sopra allo schermo, e sulla barra delle notifiche.

Abbiamo 3 tipi di tastiera: qwerty, tastierino numerico e qwerty compatta: all’inizio è abbastanza facile commettere errori, e cliccare su una lettera piuttosto che un’altra, ma con il passare del tempo ci si abitua ed è molto veloce e reattiva.

Rubrica e Agenda:

Entrambe ben fatte, ma la rubrica ha certe scorciatoie che ci facilitano l’utilizzo del cellulare sia per mandare messaggi, sia per chiamare. L’agenda può essere visualizzata sotto forma di elenco di eventi o di calendario.

Archivio, Ricerca Veloce e Multitasking:

La ricerca, come su tutti i device con android, viene effettuata dopo aver schiacciato il quarto pulsante sul telefono, e ricerca qualsiasi cosa, su internet e nel telefono. Il multitasking è molto funzionale: si attiva tenendo premuto il tasto home sul telefono: molto veloce e comodo. Tramite la gestione file riusciamo a eliminare, copiare qualsiasi file nel telefono.

Browser & Social Network:

Il browser predefinito di android, con il flash attivo, e grazie al processore da 1 Ghz del device, non da nessun problema, non scatta, e anche su pagine molto pesanti da visualizzare, ci impiega qualche secondo in più ma la navigazione è veloce e senza lag. Grazie al widget Friend Stream riusciamo a collegare il nostro profilo di Facebook, quello di Twitter e quello di Myspace in un unica applicazione. Probabilmente il widget più bello sotto il profilo della comodità e dell’organizzazione.

Multimedia (Foto, Video e musica):

Questo telefono dal punto di vista multimediale è fatto molto bene. L’altoparlante a volume basso ha una qualità più che buona, però se alziamo il volume l’audio disotrce lievemente.Lo schermo è un Slcd da 3,7 pollici. Si vede bene da qualsiasi angolazione, infatti l’angolo di visione è quasi completo. I colori sono molto brillanti e intensi, però a luce spenta i neri e i bianchi rimangono dietro se confrontati a un AMOLED o un SUPERAMOLED.

Fotocamera:

Il desire ha una fotocamera da 5 Mpx, un flash led e autofocus, con la possibilità di registare fino a 720p.  Nelle foto con uno sfondo bianco, si vede un alone rosa, che però può essere trascurato. La registrazione a 720p soffre un pò nelle fps, che a volte rende “scattoso” il video.L’audio non è dei migliori, però se la cava abbastanza bene.Foto fatta con il device

Batteria:

La batteria, da 1400 mAh, è l’unico difetto di questo telefono. Infatti il più delle volte non si riesce a fare la giornata.

Conclusioni:

Rispetto al suo successore, il Desire S, questo telefono compete benissimo. Infatti le caratteristiche sono pressochè uguali (fotocamera, processore, schermo): differenzia solo per l’aggiunta della fotocamera frontale( secondo me abbastanza inutile) e della ram aumentata a 764 mb.

Questo telefono, dal costo di 400 euro e ormai un anno di attività, compete con i telefoni con uscite più recenti. E per il costo che hanno i telefoni nuovi( desire S 499, sensation 599) è un telefono che secondo me, è adatto a tutti. L’unica pecca è l’autonomia, però se chi lo prende è uno studente, oppure un impiegato, con le ore di lavoro/utilizzo abbastanza ridotte, è l’ideale.

In oltre a Breve è atteso l’aggiornamento ufficiale di HTC all’ultima versione di Android, Gingerbread 2.3, gia arrivata nei canali non ufficiali.

IseCole.