Il Titolo Crolla a Wall Street, e la Eastman Kodak, nota più semplicemente con il nome Kodak, è ormai in banca rotta, la fine è prevista per l’inizio di febbraio.

“Voi premete il pulsante, noi facciamo il resto”

Cosi George Eastman, fondatore della Kodak promosse nel 1888 la sua prima fotocamera destinata ad essere usata anche da chiunque, più di 130 anni dopo, il pulsante lo sta per premere chi di dovere a Wall Street per l’enorme calo del titolo che è andata a perdere il 95% dopo l’anno 2000, e quello che serve per tirarsi su ora sono 2 miliardi di dollari che l’azienda potrebbe trovare nella vendita di qualche suo brevetto, pochi tra i 1000 depositati che dovrebbero salvare la storica azienda, perchè se ora facciamo fotografie anche con i cellulari il merito è anche loro.

la chiamai “Kodak” perché era un nome breve, vigoroso, facile da pronunciare e, per soddisfare le leggi sui marchi depositati, non significava nulla

sono già mesi che KODAK è in ballo con questa storia, ed ora si spera che ne esca, perchè un marchio del genere, creerebbe un buco nella storia della fotografia.

via.

Contazrazor.