dopo averlo provato brevemente ed aver confermato le nostre opinioni con un uso più consistente, ecco la recensione di Nokia C6 in 60′.

Nokia C6-00

 

Cosa è nokia C6, in che fascia si pone e che user cerca?

nokia C6 è prima di tutto uno smartphone symbian 3 con tastiera qwerty orizzontale a 4 righe. Con joypad a 4 direzioni più ok, come prima impressione, la tastiera risulta molto grande, iniziamo con questa dunque.

Abbiamo detto tastiera qwerty a 4 righe, molto ben spaziata con tasti ribassati, non molto bombati, ma belli grandi, purtroppo con questa altezza la tastiera impone allo slide uno scorrimento eccessivo che toglie stabilità alla struttura del device, già fragile di suo con plastiche povere, evidenziate nella back cover e ai tasti sotto al display. con questa tastierà si riuscirà a scrivere abbastanza spediti, ma confrontando il c6 con N900 perde parecchio. Infatti la prima riga del symbian è attaccata alla cornice del display, e per chi ha pollici grosso come noi è un impiccio che oltre a rallentare la scrittura non la rende gradevole, con tasti che non essendo bombati fanno scivolare le dita su quelli accanto causando errori ad un correttore che spesso non è infallibile.

I messaggi dunque sono come nei precedenti symbian senza aggregarli in comode conversazioni ma trattenendoli nei classici inviati-ricevuti.

Per le e-mail l’esito è moolto negativo, lento nel caricare i dati sia in upload che in download, un Html che non soddisfa ed un editor non sufficente rendono la tastiera grande inutile.

ma prendiamo un bel pro che ritroviamo in quasi tutti i nokia, l’audio in chiamata, ottimo, nitido e pulito, sulla ricezione nulla da dire a causa del test ristretto.

Torniamo ad altri contro, che purtroppo contraddistinguono questo device non riuscito.

Il primo è il display, nella prova della firma viene annichilito da N900 e da N97, che possiedono la stessa tecnologia. Per dare l’input bisogna premere fino a far piegare il display in maniera che al primo tocco impressiona, per non parlare della perdita di sensibilità che si ha negli swipe e nei lunghi spostamenti degli input. I colori, dato che siamo sul display, sono accesi e vivi, almeno il pannello lcd non è di seconda scelta.

La multimedialità alza la qualità del device, la fotocamerà è molto buona e nitida, una 5 mpx con autofocus che è lento e poco preciso oltre che non dedito alle macro, ma le foto del device sullo stesso si visualizzano davvero molto bene, l’interfaccia è uguale ai precedenti 5800 e N97, ci riconduciamo a questi perchè molto simili per hardware e altro.

Audio con film e canzoni buono ma se usiamo le solite cuffie da test, delle AKG di fascia studio, le mancanze si sentono con bassi non convinti ed alti sparati li…. Come vengono vengono.

Il device in se ha una discreta autonomia che nello stress test del blog, ha confermato le quasi 4 ore di autonomia, e in una giornata normale porta fino a sera, opinione di chi lo possiede.

Se usato con molte applicazioni attive crascia parecchio insistentemente per motivi a noi ignoti, prima scattando paurosamente tra le animazioni (poche) dei menu e poi riavviandosi. Simile lag lo si ha nel device usato precedentemente con rom non aggiornata, in quello più recente il problema si restringeva solo alla RAM piena e il processore poco performante che ci ha costretti a ripetere la prova più volte con un carico minore.

In conclusione un device che non consiglio a nessuno, soprattutto per il prezzo che oscilla attorno ai 180-200 euro, che non fornirà all’utente un device sottisfacente sotto ogni punto di vista, a parte l’audio in chiamata.

Allo stesso prezzo troviamo altri device con prestazioni nettamente superiori.

(Recensione scritta con Nokia N900 come test di scrittura prolungata)

Contazrazor.